Lusso, i cinesi mirano alla qualità

(Teleborsa) – La più importante piattaforma online del lusso in Cina sbarca alla Milano Fashion Week. Il portale Mei.com, controllato da Alibaba, che distribuisce nell’ex celeste impero i principali brand della moda italiani punta infatti ad allargare la sua offerta, che già include Armani, Dolce&Gabbana, Versace, Ferragamo e Tod’s.

Questo per andare incontro sia all’allargamento della classe media cinese che alle sue mutate preferenze. Secondo uno studio commissionato dal sito internet, se entro il 2020 i 360 milioni di consumatori benestanti locali raddoppieranno rispetto ad oggi, allo stesso tempo saranno meno “onnivori” (dal 32% del 2013 alla previsione del 18% nel 2020) e sempre più esigenti. 

L’attenzione al marchio, pur prevista in calo (attenti il 35% dei consumatori), rimarrà la caratteristica dominante nelle scelte dei beni di lusso. Ecco perché il mercato del dragone sarà, a parere del direttore generale per l’Europa di Mei.com Mattia Mor, “uno dei principali fattori di crescita del prossimo decennio, per tutte le aziende che sapranno approcciarlo con visione strategica”.

Lusso, i cinesi mirano alla qualità