L’uscita del Comune di Napoli dall’azionariato Gesac

(Teleborsa) – Domani, 5 ottobre, a mezzogiorno, chiude il bando pubblico per la vendita del 12% delle quote Gesac possedute dal Comune di Napoli. Il bando è stato pubblicato sul sito Internet istituzionale del Comune di Napoli (www.comune.napoli.it) il 9 agosto scorso, dopo l’approvazione del documento unico di programmazione 2017-2019 avvenuta durante la seduta di consiglio comunale del 20 aprile 2017.

La vendita riguarda 31.250 azioni della Gesac, corrispondenti al 12 per cento del capitale sociale. Il prezzo a base d’asta è fissato in 35.290.000 euro.

Sono ammessi a partecipare all’asta per l’acquisizione delle quote sia “persone fisiche, che agiscono in nome proprio o in nome e per conto di terzi con procura speciale o che agiscono per persona da nominare”; che “persone giuridiche — purché non partecipate dal Comune di Napoli —, società, enti pubblici o privati, pubbliche amministrazioni, associazioni”.

La data e la sede di svolgimento della gara saranno comunicate almeno dieci giorni prima sul sito http://www.comune.napoli.it.

L’uscita del Comune di Napoli dall’azionariato Gesac
L’uscita del Comune di Napoli dall’azionariato Gesac