L’Unione Europea legifera sulla sicurezza informatica

(Teleborsa) – L’ Unione Europea si è mossa per rafforzare la sicurezza informatica dei 28 paesi appartenenti all’euro blocco, proponendo il rilascio di nuove regole che obblighino le imprese a rafforzare le difese e costringendo aziende come Google e Amazon, a riferire di eventuali attacchi alle loro banche dati di clienti europei.

La legge, che deve essere ancora formalmente approvata, indurrà  tutti i paesi dell’UE a condividere le tecnologie più evolute in tema di sicurezza, riguardanti i servizi cloud, siti di vendita on-line e motori di ricerca, al fine di garantire maggior sicurezza per le infrastrutture di comunicazione. E’ quanto riferito dal Parlamento Europeo in un comunicato diffuso oggi.

“Gli operatori di settori critici, come  energia,  trasporti, salute e banche, dovranno soddisfare le misure di sicurezza per prevenire  significativi incidenti informatici”, ha detto Andreas Schwab, relatore del progetto di legge.

La nuova normativa comprenderebbe le prime regole di sicurezza informatica mai approvate in tutta l’UE.

L’accordo arriva dopo che il Congresso degli Stati Uniti ha intensificano la spinta per permettere alle autorità di dare la possibilità di accesso alle comunicazioni criptate, specialmente dopo gli ultimi attacchi terroristici.

Aziende come Google, Apple e Yahoo, avrebbero criptato le loro comunicazioni dopo le rivelazioni sullo spionaggio del governo americano ai loro danni, fatte da Edward Snowden nel 2013.

Le nuove norme dell’Unione Europea dovranno essere approvate dall’euro parlamento e successivamente dai 28 singoli parlamenti dei paesi aderenti all’Unione Europea, prima di poter entrare in vigore.

L’Unione Europea legifera sulla sicurezza informatica
L’Unione Europea legifera sulla sicurezza informatica