Lufthansa, un miliardo per crescere nel low cost

(Teleborsa) – Lufthansa si rafforza sul settore low cost. Il supervisory board, che ha eletto il suo nuovo numero 1 Karl-Ludwig Kley, ha infatti approvato il piano di investimenti da un miliardo di euro per acquisire o affittare 61 aeroplani per la sua sussidiaria Eurowings. 

L’operazione è legata all’interesse per i vettori ed i piloti della connazionale Air Berlin, terminata in bancarotta ad agosto e destinata con molta probabilità ad essere cannibalizzata dagli acquirenti (tra cui anche Easyjet). Il gruppo dovrebbe così aumentare complessivamente il suo parco vettori di 81 unità, aggiungendo circa 3.000 nuovi posti di lavoro tra personale a terra e in aria.

Ribasso per il titolo, che presenta una flessione dell’1,37%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 22,95 Euro, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 22,55. L’equilibrata forza rialzista di è supportata dall’incrocio al rialzo della media mobile a 5 giorni sulla media mobile a 34 giorni. Per le implicazioni tecniche assunte dovremmo assistere ad una continuazione della fase rialzista verso quota 23,35.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Lufthansa, un miliardo per crescere nel low cost