Lufthansa punta a rimborsare parte degli aiuti del governo prima di settembre

(Teleborsa) – Lufthansa, la principale compagnia aerea tedesca, ha reso noto che prevede di rimborsare miliardi di euro di aiuti ricevuti dal governo tedesco prima delle elezioni federali, che si terranno il 26 settembre. La società sta lavorando a misure per garantire il rifinanziamento “si spera prima delle elezioni generali”, ha dichiarato l’amministratore delegato Carsten Spohr alla National Aviation Conference odierna.

Sommando sovvenzioni, incentivi, prestiti agevolati e interventi di capitale, Lufthansa ha ricevuto circa 9 miliardi di euro nel 2020. Riuscire a ripagare l’aiuto del governo libererebbe la società dalle condizioni restrittive imposte dalla Commissione europea come condizione per approvare il pacchetto di aiuti. Tra queste ci sono il divieto di dividendi e bonus di gestione, oltre che l’impossibilità di acquisire una partecipazione superiore al 10% in una compagnia aerea rivale.

Pochi giorni fa Lufthansa ha incaricato BofA Securities (Bank of America), Deutsche Bank, Goldman Sachs e JPMorgan di lavorare a un possibile aumento di capitale. I proventi netti dell’operazione contribuirebbero in particolar modo al rimborso degli aiuti ricevuti dal governo tedesco e al ripristino di una struttura di capitale sostenibile ed efficiente nel lungo termine.

La compagnia aerea prevede un flusso di cassa operativo positivo nel secondo trimestre del 2021. Inoltre, il numero di passeggeri raggiungerà circa il 30% dei livelli pre-crisi a giugno, per poi salire a circa il 45% a luglio e circa il 55% ad agosto. Questo trend positivo supporta la previsione del gruppo di operare circa il 40% dei livelli di capacità del 2019 nell’intero anno 2021.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lufthansa punta a rimborsare parte degli aiuti del governo prima di se...