Lufthansa fa il pieno di utili ma non alza i target del 2017

(Teleborsa) – Utili in forte crescita per Lufthansa che conferma i target dell’anno. Il CEO Carsten Spohr ha confermato che il 2017 dovrebbe essere “significativamente” meglio del 2016, anno che si è chiuso con un utile di 1,75 miliardi.

La compagnia aerea tedesca ha pubblicato oggi i risultati del terzo trimestre, che chiude con una crescita dell’utile netto del 32% a 1,52 miliardi di euro. Le stime degli analisti erano per un profitto di 1,44 miliardi.

Il business ha beneficiato dell’aumento delle tariffe e dei voli connesso con il tracollo di Air Berlin e le cancellazioni di voli di Ryanair, che ha fatto lievitare i ricavi a 9,8 miliardi e l’Ebit Adjusted a 1,518 miliardi, superando gli 1,502 miliardi del consensus.  

Nonostante questo trend positivo, Lufthansa non ha rivisto al rialzo il target di utile per l’anno in corso, segnalando che il quarto trimestre dovrebbe evidenziare una stabilizzazione delle tariffe unitarie.

La compagnia si limita dunque a confermare un utile “più alto” del 2016 (gli analisti scommettono su un Ebit Adjusted di 2,6 miliardi), ma non migliora la view anche per effetto del costi (1,5 miliardi) legati all’incorporazione di alcuni asset di Air Berlin che ha recentemente rilevato. 

Il mercato azionario tedesco oggi è rimasto piuttoasot deluso, perché molti attendevano una revisione al rialzo degli obiettivi. Il titolo Lufthansa quindi ha reagito con malumore, registrando un calo dell’1,4% alla Borsa di Francoforte.

Lufthansa fa il pieno di utili ma non alza i target del 2017