L’UE propone regole più severe per l’acquisto ed il commercio di armi

(Teleborsa) – Immediata la reazione della Commissione europea ai recenti attacchi terroristici di Parigi. Bruxelles ha approvato una serie di proposte per frenare l’acquisto di armi nell’Unione Europea, al fine di “ridurre l’accesso alle stesse da parte di criminali e terroristi”. Si parla di una completa revisione della Direttiva sulle armi da fuoco.

Il pacchetto di proposte prevede l’inasprimento dei controlli di acquisto (specie su internet) e detenzione delle armi, il divieto di possesso di armi semiautomatiche da parte dei privati, che non potranno essere detenute nemmeno se disattivate, il rafforzamento della tracciabilità e una maggiore cooperazione tra i Paesi membri.

Proposte anche regole più severe per contrastare il commercio illegale di armi ed esplosivi, che vanno dall’acquisto al mercato nero, al controllo di armi illegali e esplosivi nei mercati interni. “Non verrà tollerato che organizzazioni criminali accedano e traffichino con arsenali militari”, ha detto il presidente europeo Jean-Claude Juncker.

Le proposte della Commissione dovranno ora passare al vaglio di Parlamento europeo e del Consiglio dei governi.

L’UE propone regole più severe per l’acquisto ed il...