L’oro proseguirà la sua corsa nel 2021

(Teleborsa) – Desta ancora interesse l’investimento in Oro fisico, che secondo gli esperti potrà proseguire il rally nel 2021, a dispetto della concorrenza del Bitcoin, che ultimamente ha assunto sempre più la natura di “bene rifugio”, sottraendo interesse al metallo prezioso.

Attualmente, l’oro naviga a cavallo dei 1.850 dollari, dopo aver raggiunto un record di oltre 2.000 dollari nell’agosto 2020, prima di iniziare una fase di correzione che lo ha riportato più o meno sugli attuali livelli. Un passo indietro che è coinciso, in effetti, con l’ascesa prepotente del Bitcoin, a partire dall’autunno ed in misura più evidente fra dicembre 2020 ed inizio gennaio 2021.

Ma non è il Bitcoin il metro di misura dell’oro, il cui destino resta invece fortemente legato al dollaro ed alle politiche delle banche centrali, segnatamente la Federal Reserve. Quali novità sono intervenute?

La vittoria di Joe Biden alla Presidenza ha certamente influenzato notevolmente il dollaro, e quindi anche l’oro che si muove specularmente rispetto al biglietto verde. Con Biden alla Casa Bianca e la sua politica estera e commerciale di stampo “tradizionale”, la valuta americana dovrebbe restare più o meno sotto pressione per l’anno a venire, rivitalizzando l’investimento in oro, che dunque potrebbe sperimentare una nuova corsa al rialzo.

L’altro fattore chiave sono le banche centrali, in particolare la strategia di politica monetaria della Federal Reserve, che resta fortemente accomodante a causa della pandemia e dei suoi impatti sull’economia. Lo ha chiarito il Presidente della Fed Jerome Powell mercoledì, al termine di primo incontro annuale del FOMC. Obiettivo della Fed – ha spiegato – è stimolare l’inflazione e l’occupazione, puntando verso il raggiungimento dei target. Tutto questo con una grande incognita: la durata della pandemia di Covid-19, i suoi impatto sull’economia ed il successo della campagna di vaccinazioni.

Una politica accomodante della banca centrale statunitense, come noto, ha sempre effetti positivi sull’oro, che trae vantaggio dai tassi di interesse a zero e dai modesti rendimenti offerti dai titoli di stato.

Insomma, gli esperti attendono che il 2021 sia ancora un anno positivo per l’oro, che potrà riservare sorprese simili al 2020, accelerando sui recenti massimi e forse anche superando quella soglia. Ma assieme all’oro c’è un altro metallo che rispende, l’argento, quotato 26,43 dollari, su cui oggi sta puntando la speculazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’oro proseguirà la sua corsa nel 2021