Lo spettro Cina spaventa i mercati. Il “caso Volkswagen” affonda le auto

Tonfo delle principali piazze europee complici i timori per l’economia mondiale dopo le dichiarazioni poco convincenti del ministro cinese Xi Jinping, che tra l’altro ha confermato lo scopo di “disinnescare rischi sistemici” con le misure messe in atto lo scorso agosto.

Seduta in frazionale ribasso per l’Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,38%, grazie all’aspettativa che la Fed procederà comunque entro fino anno al rialzo dei tassi, dopo il recente nulla di fatto. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,57%. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 45,6 dollari per barile, con un ribasso del 2,31%.

Lo Spread peggiora, toccando i 115 punti base, con un aumento di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,75%.

Tra le principali Borse europee, in caduta libera Francoforte, che affonda del 3,84% e, dove il titolo Volkswagen arriva a perdere il 19,02%, colpito da uno scandalo iniziato in America e subito dilagato in Europa. Pesante Londra, che segna una discesa di ben del 2,67 punti percentuali; seduta drammatica anche per Parigi, che crolla del 3,49%. A picco Piazza Affari, con il FTSE MIB che accusa un ribasso del 3,27%.

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti. Tra i più negativi della lista di Milano, troviamo i comparti Servizi per la finanza (-4,38%), Petroliferi (-4,31%) e Automotive (-4,18%), quest’ultimo legato alla vicenda Volkswagen. Tra i player del settore, male Fiat Chrysler Automobiles, in calo del 5,97%. Inevitabili le ripercussioni su Exor e Cnh Industrial.

In apnea Finmeccanica, che arretra del 4,93%: nei giorni scorsi, il gruppo aerospaziale ha informato sulle condizioni contrattuali relative alla cessione del 40% di Ansaldo STS, in stato avanzato ma non integramente definite.

Tra le banche, scivola Banca Mps, con una caduta del 4,92%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lo spettro Cina spaventa i mercati. Il “caso Volkswagen” a...