Lloyds, utile in calo nel 2020 ma torna dividendo

(Teleborsa) – Lloyds Banking Group ha chiuso l’esercizio 2020 con un utile netto di 1,5 miliardi di sterline, in forte calo rispetto ai 2,2 miliardi dell’anno precedente. L’EPS si è dunque dimezzato a 1,52 pence dai 2,3 dell’anno prima. L’utile ante imposte è calato a 1,2 miliardi dai 4,4 miliardi del 2019, ma supera le attese degli analisti che indicavano un profitto di 950 milioni.

Ripristinato il dividendo, che era stato congelato dall’autorità di vigilanza della BoE. La cedola sarà di 0,57 pence, massimo consentito dall’autorità monetaria, superiore agli 0,53p attesi.

La banca britannica ha accusato una riduzione dei ricavi a 14,4 miliardi di sterline dai 17,1 miliardi. In particolare, il margine di interesse è sceso a 10,8 miliardi da 12,4 miliardi.

L’ultimo trimestre dell’anno è risultato migliore delle attese, con un utile netto di 1,3 miliardi di sterline e ricavi per 2,7 miliardi. Il CET 1 ratio si è attestato al 16,2%, in aumento dal 15,2% di settembre.

Il Ceo di Lloyds, António Horta-Osorio, che lascerà la guida dell’istituto dopo dieci anni di servizio, ha annunciato un rafforzamento del settore assicurativo e di wealth management, che si prevede raccolga 25 miliardi di sterline al 2023, ed un piano di riduzione dei costi al di sotto dei 7,5 miliardi entro la fine dell’anno, nel quale rientra anche un taglio del 20% della superficie ad uffici.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lloyds, utile in calo nel 2020 ma torna dividendo