L’italiana Stevanato Group punta a IPO da 960 milioni di dollari a Wall Street

(Teleborsa) – Stevanato Group, società italiana che produce soluzioni per il contenimento e la somministrazione di farmaci, ha iniziato il roadshow per la sua proposta di offerta pubblica iniziale (IPO) di 40.000.000 di azioni ordinarie a Wall Street. La forchetta di prezzo è indicata tra i 21 e i 24 dollari per azione. Al massimo range di prezzo l’offerta vale quindi 960 milioni di dollari (oltre 810 milioni di euro).

Stevanato Group e Stevanato Holding S.r.l., suo principale azionista, prevedono di concedere ai sottoscrittori un’opzione di 30 giorni per l’acquisto di ulteriori 6 milioni di azioni ordinarie della società. La società ha richiesto la quotazione delle azioni ordinarie presso la Borsa di New York (NYSE) e di negoziare con il simbolo STVN. Una volta completata l’operazione, Stevanato Holding controllerà l’83,7% del gruppo, o l’83% nel caso di pieno esercizio dell’opzione greenshoe. Lo sbarco sul New York Stock Exchange dovrebbe avvenire attorno alla fine della prossima settimana.

Stevanato ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 662 milioni di euro e un EBITDA di 157 milioni di euro. Il gruppo, con sede a Piombino Dese (Padova) è proprietario di nove stabilimenti ed è presente in nove Paesi: Italia, Germania, Slovacchia, Danimarca, Brasile, Cina, Messico, Giappone e Stati Uniti. Al primo trimestre 2021, conta 4.300 dipendenti a livello globale ed esporta in 150 Paesi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’italiana Stevanato Group punta a IPO da 960 milioni di dollari...