L’Italia perde un’altro pezzo importante: Pininfarina diventa indiana. Vola il titolo

(Teleborsa) – E’ ufficiale: Pininfarina passa nelle mani di Mahindra. Ieri è stata data esecuzione agli accordi stipulati il 14 dicembre 2015 relativamente alla cessione da parte di Pincar S.r.l. in liquidazione dell’intera partecipazione detenuta in Pininfarina per 150 milioni di euro. 

In particolare le 22.945.566 azioni ordinarie, pari a circa il 76,063% del capitale sociale del’azienda italiana attiva nel settore delle carrozzerie per automobili, sono finite nelle mani di PF Holdings BV, società di diritto olandese, posseduta da TechMahindra Limited e Mahindra & Mahindra Limited (gli Investitori), e da questi ultimi designata quale acquirente della partecipazione in Pininfarina.
Così l’Italia perde un’altra società importante, un vero pezzo da novanta nel settore automobilistico. 

Nei tempi previsti dalla normativa applicabile, PF Holdings promuoverà un’offerta pubblica di acquisto totalitaria obbligatoria (OPA) sulle azioni ordinarie Pininfarina, allo stesso prezzo di acquisto (pari ad Euro 1,10 per azione) corrisposto in favore di Pincar.

Cambia il CdA ma rimangono presidente e ad, come pure il marchio. Previsto entro fine anno un aumento di capitale da 20 milioni di euro.

“E’ un passaggio fondamentale per noi – ha spiegato Paolo Pininfarina – perché la società viene ad avere la solidità finanziaria e patrimoniale indispensabile per tornare ad investire, crescere, innovare ed essere competitiva sul mercato globale. Il tutto confermando il radicamento nel territorio in termini di governo societario, centro direzionale, competenze di stile e ingegneria, nonché marchio.”

Festeggia il titolo Pininfarina in Borsa: +12,39%.

L’Italia perde un’altro pezzo importante: Pininfarina dive...