L’Italia crescerà dell’1,1% grazie alla domanda interna, l’Istat ritocca le stime

(Teleborsa) – L’Italia crescerà dell’1,1% un tasso di crescita superiore a quello registrato nel 2015 (+0,8%).

E’ quanto prevede l’Istat che ritocca all’insù le proprie previsioni sul PIL tricolore citando il “contributo della domanda interna” che inciderà positivamente alla crescita del Prodotto Interno Lordo per 1,3 punti percentuali. La domanda estera netta e la variazione delle scorte, invece, fornirebbero un contributo negativo pari a un decimo di punto percentuale ciascuna.

Cresce la spesa delle famiglie italiane. Secondo l’istituto di statistica, la spesa delle famiglie in termini reali è stimata in aumento dell’1,4%, alimentata dall’incremento del reddito disponibile e dal miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione è atteso in calo all’11,3% dall’11,9% del 2015.

Nel rapporto sulle prospettive per l’economia italiana, l’Istat stima un’inflazione in aumento dalla seconda metà del 2016. “La dinamica dei prezzi non dovrebbe discostarsi da quella attuale fino ai mesi estivi, ma dall’autunno si concretizzerebbe una inversione di tendenza, che riporterebbe il tasso tendenziale su valori più sostenuti verso la fine dell’anno, anche se ancora inferiori all’1%” precisa l’istituto di statistica nel report.

L’Italia crescerà dell’1,1% grazie alla domanda interna, l’Istat ritocca le stime
L’Italia crescerà dell’1,1% grazie alla domanda int...