Listini europei in calo ma sopra i minimi intraday

(Teleborsa) – Le borse di Eurolandia arrivano al traguardo di metà giornata con gli indici ancora deboli, ma sopra i minimi di seduta. A pesare, in avvio, sulle piazze europee hanno contribuito i ribassi registrati dai mercati americani e asiatici. Si registrano vendite diffuse sul Listino milanese, mentre reggono i difensivi.  

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,079, in una giornata povera di spunti macroeconomici. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.245 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde l’1,31% e continua a trattare a 47,61 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a 187 punti base, con un lieve rialzo di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,28%.

Tra gli indici di Eurolandia, Francoforte, soffre un calo dello 0,49%. Vendite su Londra, che registra un ribasso dello 0,84%. Sottotono Parigi che mostra una limatura dello 0,48%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,23% sul FTSE MIB. 

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Sanitario (+0,60%), Immobiliare (+0,53%) e Tecnologico (+0,49%). Tra i peggiori della lista di Milano, in maggior calo i comparti Chimico (-1,41%), Assicurativo (-1,27%) e Media (-1,25%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, Leonardo avanza dell’1,47%. 

Tra gli altri industriali, si muove in positivo Ferrari, mostrando un incremento dell’1,44%. Per contro, scivola invece Fiat -1,18% colpita dall’inchiesta francese sul dieselgate.

Tonica Telecom Italia +0,62% grazie a Credit Suisse che ha alzato il target price. 

Le peggiori performance, si registrano su Mediaset, -1,75%.

Tra le banche, scivola Banco BPM, con un netto svantaggio dell’1,32%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Listini europei in calo ma sopra i minimi intraday