L’intelligenza artificiale rivoluzionerà la gestione dei bagagli aerei

(Teleborsa) – Stiamo entrando nell’era dell’intelligenza artificiale: bastava fare un giro per gli stand dell’ultima SITA. La società di servizi di comunicazione per l’industria aeronautica, ha pubblicato un report in cui spiega come l’intelligenza artificiale contribuirà a rivoluzionare la gestione dei bagagli negli aeroporti, consentendo così di minimizzare i casi di smarrimento e di danneggiamento.

Il documento, dal titolo ”Intelligent Tracking: A Baggage Management Revolution” analizza l’attività di gestione dei bagagli, specificando che ogni anno sono 4,5 miliardi le valigie che vengono smistate presso gli aeroporti di tutto il mondo. Un numero destinato a raddoppiare nei prossimi 20 anni, rendendo indifferibile l’aggiornamento e l’ammodernamento dei sistemi di handling per far fronte alla domanda crescente.

Negli ultimi tempi sono stati fatti molti passi avanti e lo sforzo organizzativo ha consentito di dimezzare i costi annui sostenuti dal settore del trasporto aereo a seguito di danni e smarrimento dei bagagli, passando da 4,22 miliardi di dollari agli attuali 2,1 miliardi. La cosiddetta Risoluzione 753 prevede una migliore gestione del tracking dei bagagli, con le compagnie stesse chiamate a tenere traccia di ciascuna singola valigia condividendo le informazioni con tutti gli attori coinvolti nel processo.

Tutti i dati raccolti, genereranno un database ancora più completo, che verrà ulteriormente migliorato facendo ricorso a innovativi strumenti di intelligenza artificiale che saranno in grado di ottimizzare l’efficienza durante le operazioni di smistamento e consegna. L’intelligenza artificiale consentirà agli aeroporti e alle compagnie aeree di analizzare le criticità e le rotte maggiormente interessate ai problemi di gestione dei bagagli.

Le nuove procedure dovranno consentire di gestire in modo completamente autonomo i bagagli dalla consegna alla partenza fino alla restituzione all’arrivo (tenendo informati i passeggeri sulla posizione dei propri oggetti personali). Procedure che, per quanto concerne il drop off alla partenza, sono già in vigore nei maggiori aeroporti, ovvero rappresentano una opportunità messa a disposizione dei passeggeri e tale da garantire lo snellimento delle code ai check-in.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’intelligenza artificiale rivoluzionerà la gestione dei bagagl...