L’immobiliare USA tira il freno a mano ad agosto

(Teleborsa) – In forte calo le vendite di abitazioni in USA, soprattutto quelle di nuova costruzione, segnalando un’indebolimento temporaneo del settore immobiliare.

Il dato ha evidenziato una decelerazione mensile del 7,6% (+12,4% a luglio), a 609 mila unità dalle 659 mila riviste del mese precedente (il preliminare era 654 mila), risultando sopra le stime degli analisti che avevano previsto un dato a 600 mila unità.

Lo ha comunicato dal Census Bureau degli Stati Uniti, secondo cui su base annua si è registrato un balzo del 20,6%.

L’immobiliare USA tira il freno a mano ad agosto