L’immobiliare si sveglia dal letargo: prezzi delle case in risalita

(Teleborsa) – Il 2016 è iniziato bene per il mercato immobiliare, che vede tornare a crescere i valore delle case, oltre alle unità compravendute, come rilevato di recente dall’osservatorio dell’Agenzia delle Entrate.

Nel primo trimestre il prezzo delle case è aumentato per la prima volta dello 0,5% a 1.982 euro al metro quadro, anche se si conferma in calo del 3,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (-3,8%).

E’ quanto emerge da un sondaggio effettuato dall’ufficio studi di Idealista.it, effettuato sugli annunci di case di seconda mano in ben 930 comuni italiani. Secondo Vincenzo De Tommaso, dell’ufficio studi Idealista, “la spirale negativa dei prezzi può dirsi finita”, anche se il quadro economico instabile “non lascia propendere per un rialzo significativo dei prezzi”.

Resta il fatto che, i bassi prezzi delle case ed i mutui più economici, per effetto del taglio dei tassi BCE, dovrebbero costituire un incentivo all’acquisto, lasciando prevedere che “questo sarà un anno vivace per il mattone italiano”.

Gli incrementi più ampi si sono registrati al Nord, in particolare Trentino Alto Adige (4,6%), Valle d’Aosta (3,6%) e Friuli Venezia Giulia (2,6%). Dall’altro lato della tavola i cali più marcati si registrano in Molise (-4,9%), Basilicata (-3,3%) e Umbria (-2,5%).  Alla Liguria, con 2.781 euro al metro quadro, spetta il primato dei prezzi della graduatoria regionale, mentre la Calabria è l’area più economica del Paese, con i suoi 964 euro al metro quadro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’immobiliare si sveglia dal letargo: prezzi delle case in risal...