Limature per il comparto finanziario in Italia (-0,66%)

(Teleborsa) – Il Settore finanziario italiano sta limando qualche punto dai livelli di chiusura della vigilia, mentre l’indice EURO STOXX è senza direzione.

Il FTSE Italia Financials ha esordito a quota 11.911,85, e tratta ora a 11.839,31, con un ribasso di 78,56 punti rispetto alla chiusura precedente, mentre l’indice che include i titoli europei a grande, media e bassa capitalizzazione scambia a 381,01, dopo aver iniziato gli scambi a 380,85.

Tra le Blue Chip di Piazza Affari dell’indice finanziario, ribasso per Mediobanca, che presenta una flessione dell’1,60%.

Spicca la prestazione negativa di Unicredit, che scende dell’1,48%.

Banca Generali scende dell’1,19%.

Tra le azioni del Ftse MidCap, pressione su Credem, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,85%.

Calo deciso per Banca Popolare di Sondrio, che segna un -1,67%.

Sotto pressione Anima Holding, con un forte ribasso dell’1,04%.

Tra le small-cap di Milano, si muove in profondo rosso PLC, che è in forte flessione, mostrando una perdita del 3,87% sui valori precedenti.

Sessione nera per Gequity, che lascia sul tappeto una perdita del 2,18%.

In caduta libera Conafi, che affonda del 2,03%.

Limature per il comparto finanziario in Italia (-0,66%)