L’FMI critica le pratiche delle svalutazioni e di “helicopter money”

(Teleborsa) – Il Fondo monetario Internazionale ha tagliato le stime di crescita dell’Iialia e globali, ma ha anche lanciato un allarme sulla tenuta di alcuni Paesi, per effetto della crisi bancaria. La causa è la Brexit e le altre “incertezze” che condizionano i mercati e l’economia.

Nonostante questo, il Fondo non ha offerto una sua ricetta contro la crisi, ma si è limitato a criticare alcune ipotesi di intervento.

La pratica del “helicopter money”, cioè dell’immissione di denaro a pioggia da parte delle banche centrali, non servirebbe a niente e non è neanche contemplata dalle istituzioni internazionali. “Se davvero si facesse io mi preoccuperei”, ha detto il capo economista del Fondo, Maury Obstfeld, parlando di misura estrema e ricordando che il rilancio dell’economia non può poggiare solo sulla leva monetaria, ma deve anche considerare le politiche fiscali.

Esclusa anche l’ipotesi di svalutazioni competitive per risolvere i problemi interni, che innescherebbe un circolo vizioso e viene definita “illusoria” dagli esperti dell’FMI.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’FMI critica le pratiche delle svalutazioni e di “helicop...