L’Europa resta al palo. Piazza Affari si allinea

(Teleborsa) – Finale debole per le principali borse europee, dove si è distinta la performance positiva di Piazza Affari, con guadagni tuttavia limitati. Gli investitori, infatti, si sono presi una pausa dopo il rally dei primi giorni della settimana, sulla scia dell’ottimismo per il voto in Francia. 

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,25%. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,28%. Seduta in lieve rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che avanza a 49,15 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 194 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,26%.

Tra i listini europei resta vicino alla parità Francoforte (-0,05%). Giornata fiacca per Londra, che archivia la seduta con un calo dello 0,46%. Piatta Parigi, che tiene la parità. Nessuna variazione significativa in chiusura per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 20.609 punti. 

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 2,84 miliardi di euro, in calo rispetto ai 3,05 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 287.038, rispetto ai 325.447 precedenti.

Tra i 216 titoli trattati, 99 hanno chiuso in flessione, mentre 104 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 13 azioni.

In buona evidenza a Milano i comparti Tecnologico (+3,09%) e Beni e servizi per l’industria (+0,76%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Immobiliare (-0,87%), Alimentare (-0,76%) e Telecomunicazioni (-0,74%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Mediobanca (+3,88%), STMicroelectronics (+3,63%), BPER (+3,21%) e Unipol (+2,51%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Yoox, che ha archiviato la seduta a -1,81%.

Sotto pressione Saipem, con un forte ribasso dell’1,54%.

Soffre Campari, che evidenzia una perdita dell’1,27%.

Preda dei venditori Leonardo, con un decremento dell’1,03%.

L’Europa resta al palo. Piazza Affari si allinea
L’Europa resta al palo. Piazza Affari si allinea