L’euro viaggia a gonfie vele. Cross sopra quota 1,11 dollari, prima volta da Novembre

(Teleborsa) – L’euro accelera al rialzo nei confronti del biglietto verde scambiando sopra quota 1,11 dollari, soglia che non vedeva da Novembre 2016.

A fare da assist alla valuta di Eurolandia contribuisce la rottura della soglia psicologica di 1,10 dollari. Il breakout è stato sostenuto da deludenti segnali giunti dall’inflazione statunitense. Ma a pesare sulla divisa americana, sono anche i timori che l’agenda economica del Presidente USA Donald Trump possa fallire dopo le nuove crisi politiche che hanno investito la Casa Bianca.

Il mood degli investitori sarà catalizzato oggi dall’attesa per la pubblicazione del dato sull’inflazione in Europa. Nei giorni scorsi, alcuni paesi membri, quali Spagna e Germania hanno annunciato prezzi al consumo centrando il target del 2% fissato dalla BCE. Anche in Italia l’inflazione è vicina all’obiettivo della banca guidata da Mario Draghi.

Con le preoccupazioni politiche scongiurate dall’elezione di Emmanuel Macron alla presidenza francese contro l’anti-europeista Marine Le Pen, gli investitori si concentrano ora su tempistica e modalità del graduale ritiro del Quantitative Easing.

Al momento l’euro/dollaro scambia a 1,1131. Il primo livello di resistenza è visto in area 1,1131 dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’euro viaggia a gonfie vele. Cross sopra quota 1,11 dollari, ...