Leonardo Finmeccanica raddoppia l’utile e conferma i target 2016

(Teleborsa) – Leonardo Finmeccanica chiude il primo semestre con un risultato netto quasi raddoppiato (+89%) a 210 milioni di euro, inclusa la plusvalenza della cessione di Fata. Il risultato netto ordinario è stato pari a 200 milioni, in crescita del 120% rispetto ai 91 milioni del primo semestre 2015.

L’EBITDA mostra un aumento del 7%a 786 milioni, mentre i ricavi sono scesi del 94% a 5,4 miliardi circa. Ordini più che raddoppiati (+132%) a 12,8 miliardi. 

L’indebitamento netto di gruppo si assesta a 4,2 miliardi di euro, in miglioramento di 757 milioni rispetto ai quasi 5 miliardi al 30 giugno 2015, grazie al positivo andamento di cassa degli ultimi mesi del 2015 e alle operazioni di cessione nel settore Trasporti, perfezionate a novembre 2015.

Il gruppo della difesa ha tenuto a ribadire anche che “non prevede impatti significativi sui propri conti, nel breve termine, dalla Brexit”, fatto salvi gli effetti cambio.

Confermate le previsioni per il 2016, che erano già state migliorate a maggio scorso, sulla scia del maxi ordine per gli Eurofighter dal Kuwait. I target prevedono una crescita degli ordini a 20 miliardi da 12,4 miliardi, ricavi a 12,2-12,7 miliardi da 13 miliardi, un EBOTDA a 1,22-1,27 miliardi da 1,208 miliardi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Leonardo Finmeccanica raddoppia l’utile e conferma i target 2016