Leonardo crolla dopo accordo con Hensoldt. Profumo: “Germania è Paese incredibilmente importante”

(Teleborsa) – La Holding italiana nei settori dell’aeronautica registra una flessione del 2,94%, che rispetto alla vigilia si attesta a 6,73. Il crollo è arrivato dopo l’annuncio di acquisizione del 25,1% della tedesca Hensoldt, specializzata in sensori.

L’ingresso di Leonardo in Hensoldt come azionista con una maggioranza paritetica italo-tedesca, accanto al governo tedesco che ha recentemente acquisito la stessa quota tramite la cassaforte pubblica KfW, “è un altro passo avanti nel sistema dell’industria della difesa europeo”, commenta con il Financial Times l’AD di Leonardo, Alessandro Profumo. “La Germania è un Paese incredibilmente importante”, ha aggiunto, ricordando che nel suo precedente ruolo di amministratore delegato di UniCredit aveva detto che “non si può essere europei senza la Germania“.

“Alessandro Profumo ha indicato che la società è pronta a procedere con la quotazione” di DRS “non appena le condizioni di mercato lo consentiranno”, sottolinea il Financial Times nell’approfondimento sull’operazione di Leonardo. L’IPO a Wall Street della società americana è connessa all’operazione in Germania perché la stessa Leonardo ha rassicurato sulla sostenibilità dell’investimento da 606 milioni di euro indicando che “manterrà una solida struttura finanziaria anche attraverso cessioni e la quotazione di Leonardo DRS”.

Operativamente, per Leonardo, ci si attende un’estensione all’ingiù della curva con area di supporto vista a 6,597 e successiva a quota 6,465. Resistenza a 6,921.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Leonardo crolla dopo accordo con Hensoldt. Profumo: “Germania è...