Legambiente, Italia si conferma al top per gli impianti rinnovabili

(Teleborsa) – Resta alta in Italia la generazione distribuita da energie pulite. Le fonti rinnovabili hanno contributo a soddisfare il 34,3% dei consumi elettrici complessivi, un dato in diminuzione per il secondo anno, per via del calo avvenuto nella produzione idroelettrica (-8,9%), ma in forte crescita se paragonato a 10 anni fa (nel 2006 era del 15%). È quanto emerge in sintesi dal Rapporto Comuni Rinnovabili 2017 di Legambiente.

L’Italia rimane uno dei paesi di punta nel mondo come installazioni: in dieci anni nella Penisola gli impianti da fonti rinnovabili sono passati da qualche centinaio a oltre un milione tra elettrici e termici. È cresciuto il contributo apportato dalle nuovi fonti rinnovabili (biomassa, fotovoltaico, eolico, geotermia, mini idroelettrico) alla produzione elettrica dal 2,6% (2006) al 22,7% (2016) rispetto ai consumi complessivi.

Dati positivi arrivano anche dal territorio: crescono i comuni rinnovabili, passando da 356 (2005) a 7.978 (2016), oggi quindi in tutti i municipi italiani è installato almeno un impianto. Salgono invece a 40 i Comuni 100% rinnovabili, dove le energie pulite soddisfano tutti i consumi elettrici e termici riducendo le bollette di cittadini e imprese.

Sorprendente poi la crescita del solare, avvenuta anche senza incentivi: negli ultimi due anni sono stati realizzati 180mila impianti solari fotovoltaici, pari al 25% di tutti quelli installati in Italia – per un totale di 1.310 MW installati.

Questi risultati hanno già determinato vantaggi significativi: si è ridotta la produzione da impianti termoelettrici, tra i più inquinanti, sono diminuite le importazioni dall’estero di fonti fossili (in dieci anni c’è stato un calo del petrolio del 30%, del gas del 20% e del carbone del 25%); si sono ridotte le emissioni di CO2 con vantaggi per il clima del Pianeta, ma anche economici; si è ridotto il costo dell’energia nel mercato elettrico, grazie alla produzione di solare e eolico che permette di tagliare fuori l’offerta delle centrali più costose.

Legambiente, Italia si conferma al top per gli impianti rinnovabi...