L’economia USA crea meno posti di lavoro del previsto. Tasso fermo al 4,9%

(Teleborsa) – L’occupazione negli Stati Uniti ha registrato una salita, nel mese di agosto, con una crescita di posti di lavoro inferiore al previsto. Un peggioramento già anticipato dal report di ADP pubblicato nei giorni scorsi .

Secondo il report del Bureau of Labour Statistics, gli occupati del settore non agricolo sono saliti di 151 mila unità, risultando sotto le attese degli analisti, che attendevano una crescita di 180 mila unità. A luglio erano stati creati 275 mila posti di lavoro, dato rivisto al rialzo dai 255 mila della lettura preliminare.

 Il tasso di disoccupazione è tuttavia rimasto invariato al 4,9% contro attese per una diminuzione fino a 4,8%. Il numero di disoccupati totali è fermo a 7,8 milioni.

Le retribuzioni medie orarie, infine, sono salite di 3 cents a 25,73 dollari.

Ora, gli occhi sono tutti puntati sulla Federal Reserve e sulle ripercussioni che il Job Report avrà sulle prossime mosse della Banca Centrale Americana. Il dato resta, infatti, uno dei più osservati per testare lo stato di salute dell’economia a stelle e strisce.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’economia USA crea meno posti di lavoro del previsto. Tasso fer...