L’economia OCSE conferma una crescita modesta. Superindice ancora fermo

(Teleborsa) – La crescita economica perde slancio nei paesi OCSE a luglio, evidenziando un marginale peggioramento, soprattutto nell’area G7 e nell’Eurozona, a dispetto della rimonta delle economie asiatiche e dei mercati Emergenti. La crescita in Europa rallenta a causa degli effetti della Brexit sull’andamento dell’economia del Regno Unito.

La conferma di questa tendenza arriva dal leading indicator dell’area OCSE, che si conferma a luglio a 99,7 punti (-0,04), mentre quello dell’Eurozona scende a 100,2 punti da 100,3. In Germania il superindice si conferma stabile a 99,8 punti, mentre in Francia cala a 100,3 ed in Italia a 100,2.

L’indicatore economico anticipatore ha segnalato anche un perdita di forza negli Stati Uniti (a 99 punti), mentre resta stabile in Giappone (a 99,6 punti). Ferma la Gran Bretagna (99,3 punti). Il leading indicator del G7 quindi scende a 99,4.

L’economia OCSE conferma una crescita modesta. Superindice ancora fermo
L’economia OCSE conferma una crescita modesta. Superindice ancor...