Le spese per la casa lievitano: sempre più italiani in difficoltà

(Teleborsa) – Tra i desideri degli italiani c’è quello della casa, anche se poi diventa un incubo.

Dalla rata del mutuo, alle bollette, le spese per l’abitazione risultano sempre più pesanti, tanto che nel 2014 circa 3 milioni di nuclei familiari (l’11,7% del totale) hanno avuto serie difficoltà con il pagamento delle spese domestiche. Secondo l’Istat lo scorso anno circa il 10,2% delle famiglie si è trovata in ritardo con i pagamenti delle bollette per le utenze domestiche mentre il 6,3% con il mutuo.

Non è andata meglio per chi è in affitto: il 16,9% delle famiglie che non ha una casa di proprietà si è trovata in arretrato con il pagamento della pigione. 

A determinare questi ritardi non solo “l’onerosità delle spese stesse” ma anche “la loro incidenza sul reddito disponibile”.  Si parla di un esborso medio di 357 euro mensili, a fronte di un reddito netto di 2.460 euro mensili, con un peso del 14,5%. 

“I dati – afferma il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa – dimostrano, da un lato, quanto importante sia stata la decisione di eliminare la tassazione sulla prima casa e, dall’altro, quanto urgente sia accompagnare tale intervento con l’adozione di misure che favoriscano l’affitto, attraverso una almeno parziale detassazione degli immobili locati”.

Il leader della Cgil, Susanna Camusso, invece pensa a maggiori politiche sociali, perché “togliere la Tasi non aiuterà il problema della povertà”.

Le spese per la casa lievitano: sempre più italiani in difficoltà
Le spese per la casa lievitano: sempre più italiani in difficolt...