Le prossime mosse della Federal Reserve

(Teleborsa) – E’ appena iniziata la settimana dedicata alle riunioni di politica monetaria della Fed, della Bank of Japan e della Bank of England. I riflettori sono puntati soprattutto sul meeting della Banca centrale americana, che dovrebbe annunciare un rialzo del costo del denaro, il quarto del 2018 dopo quelli di marzo, giugno e settembre. Un nulla di fatto si attende invece dagli altri due incontri in programma in Giappone e Inghilterra il 20 dicembre 2018.

Con molta probabilità al termine della due giorni di riunione del Federal Open Market Committee, il comitato di politica monetaria presieduto da Jerome Powell, la Fed deciderà di alzare i tassi di interesse di 25 punti base a un intervallo tra il 2,25% e il 2,50%. L’annuncio è atteso per mercoledì 19 dicembre 2018.

Gli investitori, in realtà, sono già proiettati verso il 2019, indicando una serie di tre nuovi rialzi del costo del denaro per il prossimo anno. “Crediamo che la Federal Reserve alzerà i tassi altre tre volte – dichiarano gli esperti di Schroders – , portando i Fed Fund a toccare il picco al 3% a giugno 2019. Pensiamo che la Fed guarderà oltre l’inflazione sopra il target nel 2019 e si prenderà una pausa, per digerire gli effetti del rallentamento della crescita sul futuro aumento dei prezzi. Dopodiché ci aspettiamo dei tagli dei tassi nel 2020, con l’economia che rallenterà ulteriormente”.

Le prossime mosse della Federal Reserve