Le parole di Cimbri (Unipol) riaccendono il risiko bancario

(Teleborsa) – A Piazza Affari il risiko bancario torna al centro dell’attenzione degli investitori, dopo le parole di Carlo Cimbri, numero uno di Unipol (+2,96%), compagnia azionista del gruppo bancario BPER.

‘L’idea di creazione del terzo gruppo bancario italiano attraverso l’aggregazione tra Banco BPM (+2,7%) e BPER (+2,4%) è affascinante sia sotto il profilo industriale sia perché si tratterebbe di un grande progetto italiano”, ha dichiarato il manager in un’intervista al Il Sole 24. La nuova banca – ha aggiunto Cimbri – sarebbe presente prevalentemente nel Nord Italia, “con quote di mercato importanti nelle regioni più produttive del Paese ed economie di scala estremamente rilevanti”.

Tra gli altri player del settore, Banca Mediolanum guadagna l’1,29%, Mediobanca l’1,56%, Unicredit l’1,02%, Intesa Sanpaolo lo 0,69%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le parole di Cimbri (Unipol) riaccendono il risiko bancario