Le orbite di Aeolus lanciato da Vega procedono secondo i programmi

(Teleborsa) – Dopo il lancio nello spazio di Aeolus partito dallo spazioporto europeo di Kourou nella Guyana francese mercoledì 22 agosto con il successo della 12esima missione di Vega, le squadre del centro di controllo dell’ESA in Germania hanno confermato che il satellite per lo studio dei venti progettato e costruito dall’Agenzia Spaziale Europea ha completato la sua prima fase del volo con la corretta immissione nell’orbita operativa.

Dopo 54 minuti e 57 secondi dalla partenza, Aeolus si è trovato alla quota prevista di 320 km. Con una massa di lancio di 1360 kg, di cui 266 kg di carburante, sarà il primo satellite in assoluto a misurare direttamente i venti della Terra dallo spazio. La strumentazione di bordo comprende uno degli apparati più sensibili mai messi in orbita – Aladin, (Atmospheric LAser Doppler INstrument) – basato su una tecnologia laser rivoluzionaria made in Italy, in grado di generare impulsi di luce ultravioletta che vengono irradiati nell’atmosfera per profilare i venti di tutto il globo. Le informazioni raccolte grazie a questo strumento miglioreranno le previsioni meteorologiche poiché il vento svolge un ruolo fondamentale e cruciale nei sistemi meteorologici globali.

Il primo segnale radio di Aeolus è stato acquisito 15 minuti dopo la mezzanotte del 23 agosto dalla stazione di New Norcia in Australia, la più recente nella rete di antenne di comunicazione dell’Agenzia Spaziale Europea. Il primo, semplice, “saluto” è stato seguito solo 15 minuti più tardi dal collegamento dati ufficiale stabilito attraverso la stazione satellitare norvegese Troll in Antartide.

A questo punto l’ESOC (European Space Operations Centre) di Darmstadt, in Germania ha assunto il pieno controllo della missione. Il suo compito è ora di procedere alla piena configurazione del satellite Aeolus, che sarà condotta per alcuni mesi fino alla definitiva calibrazione della strumentazione di bordo, per poi dare inizio alle rilevazioni dei venti. Decisivo, per l’inizio della fase di messa a punto della missione, la precisione con cui il lanciatore Vega, ideato e costruito dall’industria italiana Avio  di Colleferro, ha messo in orbita il satellite.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le orbite di Aeolus lanciato da Vega procedono secondo i programmi