Le borse tentano un rimbalzino. Piazza Affari più cauta con le banche

(Teleborsa) – Esordio tentennante per le borse europee, che aprono la settimana nel complesso positive, fatta eccezione per Piazza Affari, che mostra una performance più modesta. 

Le borse continuano a ragionare sugli ultimi dati macro, in particolare quelli del mercato del lavoro americano, che hanno mutato le attese di un rialzo dei tassi USA da parte della Fed. Intanto, stamattina sono arrivati ottimi dati dalla Germania, dove c’è stata una forte ripresa degli ordini, mentre dal Giappone viene confermata la debolezza del sentiment dei consumatori.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Sale lo spread, attestandosi a 137 punti base, con un incremento di 3 punti, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,52%.

Tra i listini europei, sostanzialmente invariato quello di Francoforte, che riporta un modesto incremento dello 0,13%, guadagno moderato anche per Londra, che avanza dello 0,22%, mentre resta vicino alla parità Parigi (+0,08%). Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che apre la seduta con un leggero calo dello 0,27%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, in primo piano Buzzi Unicem, che mostra un forte aumento del 2,22%.

Piccoli passi in avanti per Banca Mediolanum, che segna un incremento marginale dello 0,91%.

Le peggiori performance sono quelle dei bancari: Banca Mps cede il 3,24% e Banco Popolare il 3,11%, quest’ultima dopo il via libera dell’assemblea all’aumento di capitale. Seduta negativa anche per UBI Banca (-1,88%) ed Unicredit (-1,44%).

Le borse tentano un rimbalzino. Piazza Affari più cauta con le b...