Le Borse europee tentano il recupero. A Milano bene oil e cemento

Partenza positiva per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che optano per gli acquisti dopo il tonfo di venerdì  causato, ancora una volta, dal pessimismo per un rallentamento dell’economia globale mentre sale l’attesa per l’aggiornamento sul PMI manifatturiero della Cina in arrivo mercoledì. 

Secondo quanto riportato da Xinhua, un think tank ha predetto, sempre per la Cina, un PIL al 6,9% nel 2015, stima che si avvicina al 7% predetto dal Pechino.

Praticamente vuota l’agenda macroeconomica europea che prevedeva solo i prezzi alla produzione in Germania, caduti più delle attese. Questo dato potrebbe aumentare le speculazioni circolate nel fine settimana secondo le quali la Banca Centrale Europea starebbe considerando un incremento degli stimoli per risollevare l’inflazione.

In questo momento Londra  mostra un guadagno dello 0,45%, Parigi  dello 0,51%. In contro trend Francoforte  che lima lo 0,44% per via del crollo di Volkswagen. Il colosso dell’auto accusa lo scandalo sui test anti inquinamento.

A Piazza Affari il FTSE Mib segna un +0,62%, il FTSE All-Share avanza invece dello 0,56%.

A partire da oggi sono effettivi i cambiamenti nei panieri degli indici FTSE. Tra le blue-chip da segnalare l’ingresso di Unipol al posto di Autogrill.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brillano Buzzi Unicem e ENI, che oggi stacca la cedola.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le Borse europee tentano il recupero. A Milano bene oil e cemento