Le borse europee scelgono il segno meno. Milano passa in negativo

(Teleborsa) – Seduta negativa per i mercati del Vecchio Continente, che nella prima ora di contrattazione erano apparse un po’ incerte sul da farsi. Si allinea la borsa di Milano, dimenticando così la buona partenza.

Gli investitori hanno iniziato a vendere sul ritracciamento del prezzo del greggio, nonostante il buon finale di Tokyo.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno dello 0,23%. 

Torna a salire lo spread, attestandosi a 132 punti base, con un aumento di 7 punti base.

Tra le principali Borse europee, crolla Francoforte, con una flessione dell’1,81%, Londra scende dell’1,12%, mentre Parigi soffre un decremento dell’1,83%.

Scambi in ribasso per la Borsa di Milano, che accusa una flessione dell’1,06% sul FTSE MIB.

Banca Popolare di Milano è l’unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance apprezzabile (+1,21%), sempre in attesa di una possibile fusione con il Banco Popolare.

Pesante Buzzi Unicem, -4,83%, seguita da Fiat Chrysler Automobiles, che registra un ribasso del 4,61%, e da Campari -4,58%.

In caduta libera Banca Mps, che affonda del 4,07%, dopo aver annunciato venerdì i conti.

Affonda Luxottica +0,78%: il fondatore Leonardo Del Vecchio ha dichiarato di voler restare alla guida del gruppo per altri due anni.

Saipem in caduta libera (-10,33%). Standard & Poor’s ha messo il titolo del cane a sei zampe sotto osservazione, con possibili implicazioni negative per il preliminary credit rating BBB-.

Sul listino completo bene Engineering +4,03% sull’OPA dei fondi Nb e Apax a 66 euro.

Sospesa al ribasso CTI Biopharma dopo lo stop parziale USA al Pacritinib.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le borse europee scelgono il segno meno. Milano passa in negativo