Le Borse europee scambiano sui livelli precedenti

(Teleborsa) – Piazza Affari non si sposta dai valori della vigilia, in linea con i principali mercati di Eurolandia. Intanto, la produzione industriale della zona euro è diminuita più delle attese a maggio. Da oltreoceano, in arrivo i dati sui prezzi alla produzione di giugno e quelli sulle scorte settimanali di prodotti petroliferi EIA. Per la stagione delle trimestrali USA, partita ieri con JPMorgan e Goldman Sachs, oggi sarà la volta di BofA e Citigroup.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,178. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,38%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,58%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +105 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,71%.

Nello scenario borsistico europeo nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,49%, e contrazione moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,23%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,01% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per il FTSE Italia All-Share, che rimane a 27.609 punti.

In lieve ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,26%); come pure, in frazionale calo il FTSE Italia Star (-0,4%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Tenaris, che vanta un incisivo incremento del 2,07%.

Ben comprata STMicroelectronics, che segna un forte rialzo dell’1,34%.

Saipem avanza dell’1,34%.

Giornata moderatamente positiva per Moncler, che sale di un frazionale +0,8%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Inwit, che continua la seduta con -1,65%.

Preda dei venditori Banco BPM, con un decremento dell’1,54%.

Si concentrano le vendite su Terna, che soffre un calo dell’1,13%.

Vendite su A2A, che registra un ribasso dell’1,01%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, De’ Longhi (+1,22%), Banca Ifis (+0,98%), Ferragamo (+0,94%) e Tinexta (+0,62%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su B.F, che continua la seduta con -1,70%.

Seduta negativa per Tod’s, che mostra una perdita dell’1,63%.

Sotto pressione Alerion Clean Power, che accusa un calo dell’1,48%.

Scivola Esprinet, con un netto svantaggio dell’1,39%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le Borse europee scambiano sui livelli precedenti