Le borse europee estendono il rialzo

(Teleborsa) – Le principali borse europee estendono il rialzo della prima parte della seduta, mentre giungono segnali contrastati dai derivati statunitensi che lasciano presagire una partenza a due velocità per la borsa di Wall Street, più tardi. L’attenzione degli investitori resta sempre alta sulla guerra in Ucraina, mentre continua la stagione delle trimestrali societarie.

Sul mercato valutario, leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,084. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,19%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+0,94%), raggiunge 103,5 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +163 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,48%.

Tra gli indici di Eurolandia sostenuta Francoforte, con un discreto guadagno dell’1,01%, incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente; buoni spunti su Parigi, che mostra un ampio vantaggio dell’1,14%. Segno più per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dello 0,81%; sulla stessa linea, giornata di guadagni per il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 27.106 punti.

Tra le migliori Blue Chip
di Piazza Affari, su di giri il comparto bancario che non sembra risentire dell’allarme lanciato da Credit Suisse, che ha detto di aspettarsi una perdita nel primo trimestre a causa di maggiori riserve per contenziosi legali. Tonico il Banco BPM (+4,84%). Effervescente Mediobanca, con un progresso del 2,90%. Incandescente BPER, che vanta un incisivo incremento del 2,86%.

Acquisti a piene mani su STMicroelectronics, che vanta un incremento del 3,45% sulla scia della corsa di Asml alla Borsa di Amsterdam, grazie ai conti trimestrali.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Amplifon, che prosegue le contrattazioni a -1,42%.

Spicca la prestazione negativa di Telecom Italia, che scende dell’1,14%.

Sostanzialmente debole Generali Assicurazioni, che registra una flessione dello 0,64%.

Si muove sotto la parità Terna, evidenziando un decremento dello 0,59%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, vola Intercos (+7,72%) grazie ad un upgrade. Bene inoltre, Credem (+4,99%), Maire Tecnimont (+3,32%) e Danieli (+2,78%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Autogrill, che continua la seduta con -5,46%.

MARR scende dell’1,64%.

Calo deciso per OVS, che segna un -1,61%.

Contrazione moderata per Wiit, che soffre un calo dello 0,87%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Mercoledì 20/04/2022
01:50 Giappone: Bilancia commerciale (atteso -100,8 Mld ¥; preced. -668,3 Mld ¥)
06:30 Giappone: Indice servizi, mensile (preced. -0,2%)
08:00 Germania: Prezzi produzione, annuale (atteso 28,2%; preced. 25,9%)
08:00 Germania: Prezzi produzione, mensile (atteso 2,6%; preced. 1,4%)
11:00 Unione Europea: Produzione industriale, annuale (atteso 1,5%; preced. -1,5%).