Le autorità USA bocciano i piani anti crisi di cinque big banche

(Teleborsa) – In caso di crisi, le maggiori banche americane potrebbero avere bisogno di aiuti pubblici.

A questa conclusione sono giunte le autorità di regolamentazione statunitensi, che hanno bocciato i piani anti crisi, cosiddetti “living will” delle cinque big bank USA, ovvero JP Morgan Chase, Wells Fargo, Bank of America, Bank of New York Mellon e State Street Corp.

La Federal Reserve e la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC), l’agenzia americana che assicura i depositi, hanno avvertito alle banche sopracitate di apportare “modifiche significative” ai “living will” entro il 1° ottobre, per non incorrere in sanzioni. 

Nel complesso, sono otto gli istituti presi in considerazione dalle autorità USA. Nel mirino, infatti, ci sono anche Goldman Sachs e Morgan Stanley, sulle quali però le agenzie non hanno espresso valutazioni comuni pur identificando entrambe alcune debolezze. Promossa invece Citigroup anche se dovrà risolvere alcune mancanze entro luglio 2017.

Le autorità USA bocciano i piani anti crisi di cinque big banche