Le autorità USA bocciano i piani anti crisi di cinque big banche

(Teleborsa) – In caso di crisi, le maggiori banche americane potrebbero avere bisogno di aiuti pubblici.

A questa conclusione sono giunte le autorità di regolamentazione statunitensi, che hanno bocciato i piani anti crisi, cosiddetti “living will” delle cinque big bank USA, ovvero JP Morgan Chase, Wells Fargo, Bank of America, Bank of New York Mellon e State Street Corp.

La Federal Reserve e la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC), l’agenzia americana che assicura i depositi, hanno avvertito alle banche sopracitate di apportare “modifiche significative” ai “living will” entro il 1° ottobre, per non incorrere in sanzioni. 

Nel complesso, sono otto gli istituti presi in considerazione dalle autorità USA. Nel mirino, infatti, ci sono anche Goldman Sachs e Morgan Stanley, sulle quali però le agenzie non hanno espresso valutazioni comuni pur identificando entrambe alcune debolezze. Promossa invece Citigroup anche se dovrà risolvere alcune mancanze entro luglio 2017.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le autorità USA bocciano i piani anti crisi di cinque big banche