Lavoro, Orlando prepara riforma ammortizzatori

(Teleborsa) –

Il Governo ha già avviato la discussione sulla “riforma degli ammortizzatori sociali con tutti i Ministri interessati che sarà presentata nelle prossime settimane alle parti sociali e al Parlamento”.

Lo ha detto il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando durante il Question Time. “La riforma mira a garantire tutti i lavoratori, creando un sistema di tutela universale, ma in grado di cogliere la strutturale elasticità delle dinamiche dei diversi settori produttivi, consentendo in tal modo un adeguamento dei trattamenti, differenziandoli secondo le caratteristiche settoriali e dimensionali delle aziende”, ha spiegato Orlando. Per il Ministro “al fine di assicurare la massima tutela dei lavoratori in situazioni di precarietà e di transizione occupazionale, non vi sarà soluzione di continuità tra le misure emergenziali di integrazione salariale e i nuovi strumenti di protezione previsti dalla riforma”.

“Sul fronte della tutela del lavoro, la scelta di accompagnare questa fase così critica con la previsione di un generale divieto di licenziare, unito a strumenti straordinari di integrazione salariale a carico dello Stato, ha evitato al tessuto socio-produttivo di avvitarsi in una spirale di tensione sociale, i cui costi si sarebbero rivelati – anche per le imprese – molto elevati”, ha aggiunto Orlando. “Stiamo uscendo gradatamente da questa fase – ha spiegato – anche confortati da dati incoraggianti sulla ripresa in atto e sulle attese per il prossimo autunno. Alcuni settori, però, continuano a manifestare segnali di sofferenza: i dati ci dicono che i piu’ penalizzati sono quelli a prevalenza di donne, giovani e lavoratori con basse competenze”.

“Per questo, nel Decreto-legge che sarà adottato nelle prossime ore dal Consiglio dei Ministri, prevediamo – ha aggiunto Orlando – per il comparto più colpito dalla crisi (tessile e calzaturiero), una ulteriore proroga, fino al 31 ottobre, del divieto di licenziare e l’erogazione di ulteriori settimane di cassa-Covid. Nello stesso tempo, assicuriamo ulteriori tredici settimane di cassa straordinaria per tutte le imprese che non hanno più a disposizione strumenti di integrazione salariale”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, Orlando prepara riforma ammortizzatori