Lavoro, l’INPS rileva un nuovo crollo delle ore di cassa integrazione

(Teleborsa) – Continuano a calare le ore di cassa integrazione autorizzate dall’INPS, a causa della stretta autorizzativa indotta dal decreto del settembre scorso. 

Secondo l’Osservatorio sulla cassa integrazione curato dall’Istituto di previdenza, la CIG è scesa a marzo a 52,3 milioni di ore, con una contrazione del 15,3% rispetto allo stesso mese del 2015, quando furono di 61,8 milioni.

La CIG ordinaria ha registrato un calo del 22,8% rispetto ad un anno fa, attestandosi a 17,5 milioni di ore autorizzate, ma rispetto al mese precedente evidenzia un aumento del 77%.

La CIG straordinaria invece ha visto una contrazione del 16,5% a 30,6 milioni di ore, registrando una riduzione anche su base mensile del 29,2%. Infine, gli interventi in deroga hanno conosciuto un aumento del 67,2% a 4,3 milioni di ore autorizzate registrando su base mensile una flessione del 13%.

Per quanto riguarda, invece, le domande di disoccupazione, l’INPS fa sapere che sono state presentate a febbraio 127 domande di ASpI, 38 domande di mini ASpI e quasi 102 mila domande di NASpI. Nello stesso mese sono state inoltrate 450 domande di disoccupazione e 3.055 domande di mobilità, per un totale di 105.654 domande (-22,7% rispetto al mese di gennaio 2015).

Lavoro, l’INPS rileva un nuovo crollo delle ore di cassa in...