Lavoro, l’esonero contributivo triennale mette le ali alle assunzioni

(Teleborsa) – Buone nuove dal mercato del lavoro, grazie soprattutto all’esonero contributivo triennale introdotto dalla legge di stabilità 2015, che sembra avere avuto un effetto determinante sull’incremento dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Su 2,5 milioni di attivazioni di posizioni di lavoro a tempo indeterminato (sommando le instaurazioni di nuovi rapporti e le trasformazioni di rapporti a termine), oltre 1,5 milioni, pari al 62% del totale, risultano beneficiarie dell’esonero contributivo triennale.

Nel 2015 i contratti a tempo indeterminato sono cresciuti di 913.000 unità rispetto al 2014 (+54%). Nello stesso arco temporale, spiega l’INPS, le trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti a termine e dei contratti di apprendistato sono passate da 401.000 a 654.000, con un incremento di 253.000 unità (+63%).

Il numero complessivo delle assunzioni, invece, è stato pari a 5.527.000, con un incremento di 655.000 unità rispetto al 2014 (+13%). Le assunzioni a tempo indeterminato sono passate da 1.274.000 nel 2014 a 1.934.000 nel 2015, con un incremento di 660.000 unità (+52%).

Nel 2015, il saldo fra assunzioni e cessazioni è risultato pari a 563.000 posizioni lavorative (nel 2014 era risultato negativo per 47.000 posizioni).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, l’esonero contributivo triennale mette le ali alle assunzion...