Lavoro, INPS: 200mila assunzioni in meno da privati a primo bimestre 2020

(Teleborsa) – Nei primi due mesi del 2020 le assunzioni da parte dei datori di lavoro privati sono state 968mila, quasi 200mila unità in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Sono i numeri provvisori presenti nel rapporto aggiornato nel focus dell’Osservatorio INPS sul precariato.

Nel rapporto si segnala anche che le trasformazioni da tempo determinato nel periodo gennaio-febbraio 2020 sono risultate 124.000, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2019 (-28%). In crescita (+20%) risultano invece, le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo. Le cessazioni nel complesso sono state 855.000, in leggera diminuzione rispetto allo stesso bimestre dell’anno precedente. Nel periodo gennaio-febbraio 2020 sono stati 15.676 i rapporti di lavoro – 8.976 assunzioni e 6.700 trasformazioni a tempo indeterminato – che hanno usufruito dei benefici previsti per le attivazioni di contratti a tempo indeterminato di giovani fino a 35 anni (-41% rispetto lo scorso anno). I rapporti incentivati costituiscono il 4,1% del totale dei rapporti a tempo indeterminato attivati (assunzioni + trasformazioni), si sottolinea nel rapporto.

Rimane ancora positivo – pur riducendosi – il saldo dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato (+270mila) mentre si conferma il trend negativo del saldo dei rapporti a tempo determinato che a febbraio 2020 è risultato pari a -253mila. Infine, il numero dei lavoratori impiegati con Contratti di Prestazione Occasionale (CPO), a febbraio 2020 si attesta intorno alle 16mila unità (sostanzialmente stabile rispetto allo stesso mese del 2019); l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva risulta pari a 240 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, INPS: 200mila assunzioni in meno da privati a primo bimestre 2...