Lavoro, Eurostat: in un anno 3.497 morti nell’Unione europea

(Teleborsa) – Si continua a morire sul lavoro. “How safe are you at work?” è il titolo del dossier dell’Eurostat sugli incidenti mortali nell’Unione europea. Nel 2015, si legge, gli incidenti fatali sul lavoro sono stati 3.497. L’Italia si trova a metà strada rispetto agli altri stati membri superando comunque la media Ue: oltre 3 morti ogni 100mila lavoratori contro la media Ue di 2,4 decessi su 100mila.

Nella desolante classifica, il tasso stabilizzato di infortuni mortali è più basso in Norvegia (0,8 su 100mila lavoratori), Svezia (1,2), Germania (1,3), Danimarca (1,4), Cipro (1,5) e Gran Bretagna (1,6); mentre la maglia nera va a Romania (7,5), seguita da Portogallo (4,6), Lussemburgo (4,4), Bulgaria e Lituania (4,3 ciascuno).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, Eurostat: in un anno 3.497 morti nell’Unione europea