Lavoro, che succederà nei prossimi mesi? Il Piano di Gualtieri

(Teleborsa) – Finora il Governo ha “dispiegato misure di sostegno molto larghe, che ora proseguono per alcune categorie più colpite e che naturalmente estenderemo quanto sarà necessario, per quanto durerà la pandemia, a seconda di quale sarà l’impatto che ora è sempre più differenziato. Non è più la stagione degli interventi larghissimi ma bisogna continuare ad aiutare chi è più penalizzato”.

Lo ha detto il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri nella trasmissione Porta a Porta, condotta da Bruno Vespa.

“Nel pieno della crisi – ha detto ancora Gualtieri – abbiamo difeso l’occupazione in misura considerevole: se l’economia riprenderà, come sta riprendendo, se andrà tutto bene, non sarà necessario prorogare strumenti straordinari, mentre ovviamente ci sarà una proroga della cassa integrazione Covid per i settori più penalizzati, manterremo degli interventi selettivi” ad esempio per bar e ristoranti.

“Faremo degli interventi molto massicci – ha proseguito il Titolare del Tesoro – non solo per mantenere la necessaria rete di protezione dei settori più colpiti, ma anche per incentivare a ripartire e a creare lavoro, moduleremo entrambi gli aspetti. Gualtieri risponde “no” a chi gli chiede se il Governo si aspetti un’ondata di licenziamenti alla fine del blocco. Poi puntualizza: “Abbiamo già varato e probabilmente li rafforzeremo dei forti interventi per favorire le assunzioni”.

Gualtieri ha anche detto che il Governo prevede “il 6% di crescita l’anno prossimo e siamo anche prudenti e realisti nelle nostre previsioni che si sono finora rivelate affidabili. Pensiamo di fare il 6% e anche meglio”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, che succederà nei prossimi mesi? Il Piano di Gualtieri