L’Asia ci prova: mercati rimbalzano su speranze nuovi aiuti

(Teleborsa) – L’Asia rialza la testa e chiude una seduta nel complesso positiva, dopo il lunedì drammatico dei mercati finanziari mondiali. Un rimbalzo che probabilmente è di natura tecnica, dovuto a ricoperture, anche se si scommette anche sul lancio di un’azione coordinata delle banche centrali.

I rendimenti dei titoli di stato sono rimbalzati dai minimi, con quelli sui Treasury decennali che sono più che raddoppiati allo 0,70%. Il petrolio è rimbalzato con il Brent che guadagna circa il 7% a 36,70 dollari mentre il Light crude avanza del 6,6% a 33,18 usd/b.

La Borsa Tokyo tenta un recupero parziale, dopo le consistenti perdite incassate ieri, con l’indice Nikkei che termina in rialzo dello 0,85% a 19.867 punti, mentre il Topix è risalito a 927 punti (+1,25%). Più composta Seoul che termina con un +0,42%.

In rimonta anche le borse cinesi, dopo che il Premier Xi Jinping ha visitato per la prima volta Wuhan, la città dove ha avuto origine l’epidemia di Coronavirus. Shanghai segna un +1,69%, mentre è più sacrificata Shenzhen mette a segno un progresso del 2,69%. Prudente Taiwan (+0,24%).

Stessa impostazione per le altre borse che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, con Hong Kong che viaggia in rialzo dell’1,69%, seguita da Singapore +2,22%, Jakarta +2,62%, Bangkok +2,88% e Kuala Lumpur +1,18%.

E’ rimasta chiusa la borsa indiana di Mumbay, mentre risale Sydney (+2,98%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Asia ci prova: mercati rimbalzano su speranze nuovi aiuti