L’Arabia Saudita riapre i cinema dopo 35 anni

(Teleborsa) – Passa anche per la riapertura dei cinema il processo di cambiamento dell’Arabia Saudita orchestrato da Mohammed bin Salman.

Dopo aver fatto cadere il divieto di guida per le donne, l’erede al trono del Paese arabo ha infatti ordinato la riapertura delle sale dopo 35 anni di divieto voluto dai leader religiosi.

A darne l’annuncio il Ministero della Cultura e dell’Informazione, che ha definito l’iniziativa “centrale” per il programma governativo che mira ad “rendere la cultura dei sauditi più ricca ed aperta”.

Di formazione internazionale, filo-statunitense, Mohammed bin Salman ha preso in mano l’economia dell’Arabia Saudita con l’obiettivo di trasformarla radicalmente entro il 2030.

In particolare “Vision 2030”, questo il nome del Piano di orientamento strategico presentato ad aprile del 2016 dal Principe, mira a privatizzare diverse strutture dell’Arabia Saudita – tra queste figura il colosso petrolifero Saudi Aramco, che dovrebbe andare in Borsa il prossimo anno diventando l’IPO più grande di sempre – e, soprattutto, a ridurre la dipendenza del Paese dal petrolio.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Arabia Saudita riapre i cinema dopo 35 anni