L’Apple Day si avvicina. Sarà un “S year”?

(Teleborsa) – Cosa bolle in pentola a Cupertino? E’ quello che si domandano i fan di Apple – ma anche mercati ed investitori, visto si parla della società quotata più capitalizzata al mondo – a poche settimane dall’Apple Day. 

Come noto ogni anno, a metà settembre, la Mela Morsa organizza un evento per presentare i propri nuovi prodotti, in particolare gli iPhone. E ogni anno, in questo periodo, cominciano a circolare rumors e anticipazioni sulle possibili novità. Per ora l’unica (quasi) certezza è che la stagione 2018/2019 sarà per i melafonini un “S year”, ossia che Apple si limiterà a fornire upgrade di modelli esistenti – stesso design, ma nuove caratteristiche – senza lanciarne di nuovi, come accaduto lo scorso anno con l’iPhone X e nel 2014 con l’iPhone6.

Secondo Bloomberg il colosso guidato da Tim Cook lancerà tre nuovi smartphone. Uno sarà una revisione dell’X, con uno schermo OLED da 5,8 pollici, che garantisce colori più brillanti, luminosità ai massimi livelli e consumi inferiori. Novità anche per quanto riguarda la videocamera e la velocità del processore.

Previsto poi un device di gamma alta con schermo OLED di 6,5 pollici, il più grande mai realizzato da Apple e tra i più grandi sul mercato. 

La principale novità dovrebbe invece essere costituita da un modello più economico, pensato per sostituire l’iPhone 8. Avrà un design simile all’iPhone X ma uno schermo LCD, meno costoso dell’OLED, da 6,1 pollici. Sarà disponibile in vari colori e con rivestimento in alluminio.

I due iPhone più grandi saranno dotati inoltre di dual SIM, ma solo in alcuni mercati. Tutti e tre i dispositivi avranno i nuovi controlli gestuali introdotti nell’iPhone X e il Face ID per lo sblocco. L’iPhone con lo schermo più grande avrà inoltre la possibilità “visualizzare i contenuti side-by-side” in app come Mail e Calendar.

Ancora incerti i nomi da assegnare ai prodotti – “iPhone Xs” e “Plus” tra i papabili – mentre sembra quasi certo l’aumento del prezzo per bilanciare il generale rallentamento della domanda globale.

Apple starebbe inoltre lavorando ai nuovi auricolari AirPods, un nuovo Watch e a un aggiornamento dell’iPad Pro.

L’Apple Day si avvicina. Sarà un “S year”?