L’Antitrust apre un’istruttoria su Popolare di Vicenza per prestiti a clienti

(Teleborsa) – Banca Popolare di Vicenza finisce sotto la lente dell’Antitrust per “presunta pratica commerciale scorretta”  sulla base di informazioni acquisite ai fini dell’applicazione del Codice del Consumo.

Secondo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha avviato un procedimento istruttorio nei confronti dell’istituto veneto, la banca “avrebbe nei fatti condizionato l’erogazione di finanziamenti a favore dei clienti (mutui, prestiti personali, aperture di credito in conto corrente) all’acquisto da parte loro di azioni od obbligazioni convertibili dell’istituto”, anche “concedendo somme superiori agli importi richiesti in caso di accettazione di questi titoli”.

Una tale condotta, spiega l’Authority, “potrebbe integrare una pratica commerciale scorretta”, in quanto “idonea a limitare considerevolmente la libertà di scelta dei consumatori in relazione ai prodotti di finanziamento”. 

Per accertare queste condotte, l’Autorità fa sapere che nella giornata di oggi i funzionari dell’Agcm hanno eseguito una serie di ispezioni nelle sedi della Banca Popolare di Vicenza, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Antitrust apre un’istruttoria su Popolare di Vicenza per...