L’airbag Takata colpisce ancora: migliaia di ritiri per Volkswagen

(Teleborsa) – Un altro colosso automobilistico cade sotto i colpi degli airbag difettosi Takata. Ieri sera Volkswagen ha annunciato oltre 680 mila richiami negli Stati Uniti a causa dei difetti presunti o accertati dei dispositivi prodotti dall’azienda giapponese.

Anche Audi, il marchio di lusso del gruppo tedesco già impegnato nello scandalo sulle emissioni, sta richiamando in USA 170.000 vetture prodotte tra il 2005 e il 2014 sempre per colpa di Takata.

Ieri, invece, la concorrente Daimler aveva annunciato che sugli utili 2015 peseranno oneri pari a 340 milioni di euro a causa di richiami di circa 840.000 veicoli a loro volta potenzialmente difettosi a causa degli airbag in questione.

Honda Motor, infine, dovrebbe richiamare 2,2 milioni di veicoli.

Saranno quasi 24 milioni le vetture che dovranno essere ritirate negli Stati Uniti per i rischi causati dagli airbag prodotti dall’azienda giapponese, che si aprono con troppa violenza spargendo materiale appuntito e dunque pericoloso.

L’airbag Takata colpisce ancora: migliaia di ritiri per Volkswagen
L’airbag Takata colpisce ancora: migliaia di ritiri per Vol...