L’ABI vede la ripresa grazie ai consumi. Unico rischio la deflazione

(Teleborsa) – Anche l’ABI conferma l’uscita dell’Italia dalla recessione e l’avvio di un percorso di ripresa. Secondo il rapporto Afo 2015-2017, la crescita del PIL sarà dello 0,8% quest’anno, dell’1,5% nel 2016 e dell’1,6% nel 2017. 

Secondo l’ABI, “il tratto positivo di questo quadro è che, contrariamente alle attese dei più, il recupero è fortemente trainato dalla domanda interna e in particolare dai consumi delle famiglie”. Questi ultimi sono aumentati dello 0,9% nel 2016 e dovrebbero continuare a crescere anche nei due anni successivi, grazie al recupero del reddito disponibile reale (+4% l’aumento cumulato fino al 2017) ed ai miglioramenti del mercato del lavoro (tasso di disoccupazione in calo dall’11,9% del 2015 al 10,5% nel 2017). L’ABI cita poi fra gli elementi favorevoli anche l’impatto della politica non convenzionale della BCE.

Vi sono però anche dei rischi, che l’ABI ricorda: la congiuntura internazionale e la tendenza alla deflazione dei prezzi, che potrebbe però essere compensata dal sostegno della domanda interna. Dopo una crescita pressochè nulla quest’anno (+0,2%), nel biennio 2016-2017 i prezzi al consumo dovrebbero crescere in Italia a un ritmo sostanzialmente allineato a quello medio europeo: +1% nel biennio 2016-2017, contro un +1,1% nell’area euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’ABI vede la ripresa grazie ai consumi. Unico rischio la deflaz...