La Scuola guarda sempre più all’Europa, ma resta il nodo stipendi

(Teleborsa) – Sembra piacere a molti l’idea dell’Erasmus per i docenti lanciata dal ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, per mettere a confronto le esperienze nei diversi paesi. 

L’idea trova d’accordo anche Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, il quale ha però ammesso che resta “il nodo dello stipendio” che è ancora basso e che va adeguato alla media UE.
“Non basta dire che quello delle retribuzioni basse è un tema centrale, che sta a cuore del Governo, se poi si mettono 8 euro lordi di aumento nella Legge di Stabilità per il rinnovo del contratto fermo nella scuola dal 2009 e nel frattempo divorato dell’inflazione di quasi 10 punti. Se si vuole davvero guardare all’Europa e ai paesi moderni allora si prenda in considerazione l’esempio di chi investe pesantemente nella formazione. Ci sono paesi, come la Germania, dove le buste paga degli insegnanti sono quasi il doppio di quelle dei docenti italiani e si può andare in pensione dopo 24 anni di contributi”, ha ribadito il sindacalista.

La Scuola guarda sempre più all’Europa, ma resta il nodo&...