La Russia tende una mano al Venezuela

(Teleborsa) – La Russia corre in soccorso del Venezuela. Il Paese sudamericano a un passo dal default, ha raggiunto un accordo con Mosca per ristrutturare parte del suo debito per una cifra pari a oltre 3 miliardi di dollari. L’accordo che era nell’aria, prevede che il Venezuela effettui pagamenti minimi sulle sue obbligazioni russe nel corso dei prossimi sei anni.

L’intesa, firmata ieri 15 novembre da una delegazione guidata dal ministro dell’Economia e delle Finanze Simon Zerpa, servirà a ristrutturare il suo debito con Mosca, uno dei principali creditori del Paese. Una una boccata di ossigeno per Caracas affossata dai debiti con l’estero. La ristrutturazione di questo debito, infatti, è solo un piccolo aiuto rispetto all’indebitamento del Venezuela che raggiunge 150 miliardi di dollari.

Solo qualche giorno fa Standard & Poor’s aveva declassato il rating sul debito a lungo termine del Paese latino americano al livello di “default parziale”.

  

La Russia tende una mano al Venezuela